CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

20 novembre, giornata mondiale infanzia e adolescenza

17.11.2012 08:49

Il 20 novembre del 1989 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Convenzione sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

Come ogni anno, la ricorrenza ci sollecita a ribadire l'impegno della Cisl Scuola per rivendicare la piena attuazione di quanto sancito dalla Convenzione; nella presente situazione di difficoltà che investe insieme agli altri anche il nostro Paese, non viene meno la consapevolezza che investire sull’istruzione, sulla formazione e sull’educazione è la risposta vera alla crisi economica.

Investire sull’infanzia e sull’adolescenza è l’unica garanzia per ogni Paese di costruire un futuro migliore.

Vale la pena riflettere, rileggendolo, su un testo che, approvato venitre anni fa, si conserva pienamente attuale e che vorremmo anche pienamente attuato in ogni parte del mondo:

"Gli Stati parti convengono che l'educazione del fanciullo deve avere come finalità:

  • favorire lo sviluppo della personalità del fanciullo nonché lo sviluppo delle sue facoltà e delle sue attitudini mentali e fisiche, in tutta la loro potenzialità;
  • sviluppare nel fanciullo il rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali e dei principi consacrati nella Carta delle Nazioni Unite;
  • sviluppare nel fanciullo il rispetto dei suoi genitori, della sua identità, della sua lingua e dei suoi valori culturali, nonché il rispetto dei valori nazionali del paese nel quale vive, del paese di cui può essere originario e delle civiltà diverse dalla sua;
  • preparare il fanciullo ad assumere le responsabilità della vita in una società libera, in uno spirito di comprensione, di pace, di tolleranza, di uguaglianza tra i sessi e di amicizia tra tutti i popoli e gruppi etnici, nazionali e religiosi e delle persone di origine autoctona;
  • sviluppare nel fanciullo il rispetto dell'ambiente naturale".

* * *

Consulta anche il ----> sito web dell'Unicef