Stampa

Home

IN PRIMO PIANO

  • Personale ATA, situazione insostenibile. Chiesto incontro urgente al MIUR

    Garantire le immissioni in ruolo degli ATA, conferire le supplenze su tutti i posti disponibili, risolvere il problema derivante dall’applicazione della legge di stabilità 2015 per le supplenze brevi, rivedere i criteri di costruzione delle tabelle organiche dei profili ATA. Questioni che vanno affrontate con urgenza, pena l’aggravarsi di una situazione già al limite della...

  • Scrima: piano assunzioni, sciolta la neve si vedono i buchi

    Lo andiamo dicendo, purtroppo inascoltati, fin dalla pubblicazione delle line guida sulla “buona scuola” nel settembre 2014: questo è un piano di assunzioni buttato giù in modo frettoloso, è sbagliato, incompleto, ingiusto. Finita la propaganda, ora si può vedere qual è veramente la realtà dei fatti: sciolta la neve, verrebbe da dire, si vedono i buchi. Nessuno degli obiettivi...

  • Scrima: vergognoso gettare discredito sui precari della scuola

    E’ vergognoso che si cerchi di gettare discredito sui precari della scuola, facendoli passare per gente che pretenderebbe il lavoro sotto casa. Si tratta di una polemica pretestuosa e strumentale, di accuse prive di alcun fondamento, come dimostra ampiamente la storia del precariato scolastico e la stessa composizione delle graduatorie provinciali e concorsuali. Nella scuola, come e...

  • Riforma, la partita non è finita. Editoriale di Scrima su "Scuola e Formazione"

    La ripresa dell'anno scolastico vedrà ancora la Cisl Scuola impegnata in prima persona con tutti gli strumenti della mobilitazione sindacale e del contenzioso legale nella difesa dei diritti di tanti lavoratori, precari e non, che la legge mette sotto attacco. Ma è soprattutto un modello di scuola fondato sulla partecipazione e la condivisione quello per cui l'iniziativa...

  • Scrima: le domande della disperazione, tra forzature, confusione e incertezza

    Ancora una volta, nel riferire i dati sulle domande di assunzione pervenute al sistema, il governo continua a porre grande enfasi sui numeri, dietro ai quali tuttavia si cela una realtà ben diversa da quella che si vorrebbe far credere. In queste settimane noi non abbiamo gestito numeri, abbiamo incontrato migliaia e migliaia di persone che hanno affollato le nostre sedi territoriali...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
segnalandoci la tua e-mail

IN EVIDENZA

ISCRIVITI