Stampa

Home

IN PRIMO PIANO

  • Concorso dirigenti, il MIUR fra reticenza e indifferenza

    Nel pomeriggio del 30 marzo si è svolto l’incontro di informativa circa l’emanazione del bando del nuovo concorso per dirigenti scolastici. Alla scadenza del termine posto nel decreto “mille proroghe”, che prevedeva l’emanazione del bando entro il 31 marzo, l’Amministrazione ha comunicato di essere ancora in attesa del parere del Consiglio di Stato sul Regolamento relativo alle...

  • Dal 9 al 18 aprile astensione dalla attività non obbligatorie

    Le Segreterie nazionali dei Sindacati Scuola, FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, GILDA Fgu e SNALS Confsal hanno inviato al MIUR la proclamazione dello sciopero con astensione dalle attività non obbligatorie a partire dal 9 aprile 2015 e fino al 18 aprile 2015, a sostegno delle azioni sindacali di mobilitazione relative alle scelte del Governo sulla buona Scuola. L’astensione dalle...

  • Scrima: «La ministra suoni piuttosto la sveglia a Renzi»

    La ministra Giannini dice che saremo interlocutori importanti se avremo la bontà di leggerci il disegno di legge sulla scuola. Noi la bontà ce l’avremmo senz’altro, se solo ce lo rendessero disponibile. Così come siamo prontissimi a ogni confronto, peccato che finora il governo ne abbia sempre voluto fare a meno, nella sua ostentata presunzione di autosufficienza. Si rassicuri comunque...

  • Elezioni CSPI, presentate le liste della CISL SCUOLA

    Si chiude oggi il termine per la presentazione delle liste per l'elezione del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione. Le operazioni di voto si svolgeranno il 28 aprile 2015: il personale docente e ATA voterà nella propria scuola di servizio, i dirigenti dovranno invece recarsi nella scuola individuata come riferimento del proprio ambito territoriale (ambiti da definire a cura...

  • Scrima a Poletti: ridurre le "vacanze" dei senza lavoro

    Secondo il ministro Poletti i nostri ragazzi fanno troppe vacanze, sarebbe meglio che ne impiegassero una parte a lavorare. Possiamo perdonargli, con uno sforzo di generosità, la scarsa conoscenza di quanto accade nella nostra scuola, dove gli alunni fanno più o meno la stessa quantità di vacanze dei loro coetanei di altri paesi. Magari con scansioni differenti, che tengono conto di...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
segnalandoci la tua e-mail

IN EVIDENZA

ISCRIVITI