Stampa

Home

IN PRIMO PIANO

  • Sciopero 5 maggio, orari e percorsi delle manifestazioni

    Saranno sei le manifestazioni organizzate in occasione dello sciopero del personale della scuola indetto da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Fgu: Roma, Milano, Bari, Cagliari, Catania e Palermo.Prenderanno la parola, in ogni piazza, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di categoria. Previsti anche brevi interventi di delegazioni di genitori e studenti,...

  • Francesco: condividere il pane in pace e fraternità

    Un messaggio breve ed essenziale, denso di significato e valore, quello pronunciato da papa Francesco in occasione dell'inaugurazione di Expo 2015 avvenuta il 1° maggio a Milano. La sua è la voce del popolo di Dio, e anzitutto dei poveri che ne fanno parte e "con dignità cercano di guadagnarsi il pane col sudore della fronte". Facciamo di Expo, dice Francesco, un'occasione per...

  • 1° maggio a Pozzallo, il discorso di Annamaria Furlan

    "Vogliamo un'Europa che sia motore di pace e solidarietà. Un'Europa che riparta dal lavoro, dalla crescita, basta con il fiscal compact". Con questo parole il Segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, sollecita un cambiamento nelle politiche europee, nel suo intervento per il 1° Maggio a Pozzallo, la cittadina siciliana scelta da Cgil, Cisl e Uil come simbolo...

  • Entrano in segreteria nazionale Ivana Barbacci e Lena Gissi

    Il Consiglio Generale della Cisl Scuola, riunito al centro congressi Cavour di Roma, ha proceduto all'elezione di due nuove componenti della segreteria nazionale. A farne parte entrano Ivana Barbacci, segretaria generale della Cisl Scuola Umbria, e Maddalena Gissi, attualmente componente della segreteria USR Cisl Puglia-Basilicata dopo essere stata, per anni, alla guida della Cisl...

  • Scrima: anche rinvio prove Invalsi dimostra che la protesta è corale

    La giornata del 5 maggio vedrà una corale partecipazione dei lavoratori della scuola allo sciopero proclamato dalle organizzazioni sindacali rappresentative per cambiare profondamente i contenuti del disegno di legge in discussione alle Camere. Nessuno può leggerla come un momento di sfogo o di semplice protesta, abbiamo ben chiaro il modello di scuola che vogliamo difendere dai rischi...

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
segnalandoci la tua e-mail

IN EVIDENZA

ISCRIVITI