Stampa

6° CONGRESSO

Scarica:

Il Congresso Nazionale Cisl Scuola si è svolto dal 29 maggio al 1° giugno a Castellaneta (TA)

Il Congresso Confederale della Cisl si terrà a Roma dal 28 giugno al 1° luglio

CONGRESSO CISL: PER LA PERSONA, PER IL LAVORO

Il tema "lavoro" è al centro del dibattito congressuale della CISL. La Confederazione terrà il suo Congresso Nazionale a Roma, alla fine di giugno. Sarà il momento conclusivo di un lungo percorso che vede impegnate tutte le strutture dell'organizzazione: dalle federazioni di categoria alle Unioni Territoriali e Regionali.
Punto di partenza del cammino congressuale sono state, dai primi di gennaio, le assemblee sui luoghi di lavoro, dove gli iscritti alla Cisl hanno avuto la possibilità di eleggere delegate e delegati per i congressi territoriali di categoria.

Vai alla pagina dedicata al Congresso nel sito della Cisl.

Tracce per il dibattito e spunti di riflessione

Il nostro dibattito congressuale, avviato da giorni in tutta Italia con le assemblee sui luoghi di lavoro, viene descritto nelle "tracce" elaborate dalla segreteria nazionale come "una grande occasione di verifica e di progetto, di ricerca e di dialogo, di consolidamento e di innovazione", tesa a rafforzare un'identità che "non è rigida come un blocco di marmo, è mobile come la vita; è fedeltà e progetto". Un'identità che "non è solo ciò che si è stati, ma anche ciò che si vuole diventare".

Questa è infatti la finalità di un congresso, oltre a quella di scegliere la dirigenza cui affidare la guida dell’organizzazione nei successivi quattro anni: nella fedeltà alle proprie ragioni fondative e ai propri orizzonti di valore, attualizzare le strategie politiche, insieme alle modalità di presenza organizzativa e agli strumenti che la possono rendere più efficace, alla luce delle emergenze e delle sfide con cui il sindacato è chiamato a confrontarsi. In un mondo nel quale i processi di cambiamento assumono profondità e velocità crescenti, il rinnovamento è insieme una necessità e una sfida: la sfida a rinnovarsi mantenendo salde le proprie radici.

Da qui il senso di una discussione che, per essere ancor più feconda e proficua, richiede di valorizzare al massimo gli apporti del dialogo e del diretto confronto con le tante persone che formano la nostra “base associativa”. Il loro coinvolgimento nel dibattito dev'essere quanto più possibile stimolato anche proponendo scenari a cui ricondurre, dandole respiro più ampio, la concreta esperienza del vissuto personale, sociale e professionale di ciascuno. Per questa ragione si è cercato di evitare che le tracce si riducessero a mera elencazione delle tante criticità con cui ogni giorno ci si misura. Abbiamo inoltre chiesto ad alcuni "esterni" di offrire qualche spunto di riflessione al nostro dibattito; un contributo reso in piena libertà da ogni vincolo di appartenenza e affidato unicamente alla loro sensibilità e alla loro riconosciuta e apprezzata intelligenza. 
Ne sono scaturiti gli interventi, raccolti in cinque sintetiche video-testimonianze, centrati su tematiche diverse ma tutte di estrema attualità per un sindacato che si candida a essere "infrastruttura di civiltà e solidarietà" all'interno degli scenari sociali, economici e politici di oggi, in tutta la loro complessità e, talvolta, drammaticità. Ringraziamo per la disponibilità e per l'elevata qualità del loro apporto Leonardo Becchetti, Giorgio Bozzeda, Bruno Manghi, Luigina Mortari e Massimo Recalcati.

#generarevalori