Stampa

Leone - Gli "anni di piombo"

31.01.2016 22:13
Categoria: Agenda 2015/16

Gli anni della presidenza Leone sono tra i più travagliati della storia repubblicana. Tre diverse legislature, un contesto internazionale in fermento sul piano politico ed economico, con la crisi petrolifera del 1974 che determina un clima di crescente instabilità e incertezza. Sul piano interno, si assiste a un progressivo svilupparsi di processi di secolarizzazione e di emancipazione che mutano profondamente il volto della società italiana. Ma sono anche anni che vedono una radicalizzazione dello scontro politico, segnata dal diffondersi di gruppi estremistici, che avrà il suo culmine nel rapimento e nell’uccisione di Aldo Moro, avvenuta proprio mentre si sta avviando a conclusione il mandato presidenziale di Giovanni Leone. Le sue dimissioni giungono con qualche mese di anticipo sulla scadenza ordinaria, nel giugno del 1978, dopo che il Presidente è stato anche al centro di un’accesa e prolungata campagna di contestazione politico-giornalistica, per la quale due dei suoi più accaniti accusatori, Emma Bonino e Marco Pannella, gli porgeranno pubbliche scuse vent’anni dopo, in occasione del suo 90° compleanno.