CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Organico del personale docente per l’a.s. 2016/17, dal Miur la nota e il decreto

03.05.2016 20:31

Il Miur ha emanato la nota 11729 del 29 aprile 2016 con la quale si trasmette agli uffici periferici lo schema di decreto interministeriale relativo alle dotazioni organiche di personale docente per l’a.s. 2016/17 (comprensivo della quantificazione a livello nazionale e regionale e dei criteri di ripartizione da adottare con riferimento alle diverse realtà provinciali e alle singole istituzioni scolastiche).

La nota 11729 recepisce molte delle osservazioni presentate all’amministrazione dalle organizzazioni sindacali nel corso dello specifico incontro di informativa svoltosi il giorno precedente, 28 aprile. In particolare, nella nota si prevede il rinvio ad una ulteriore e successiva informativa per la scuola secondaria di secondo grado, non appena si disponga di elementi certi per la discussione. Nell’iniziale testo proposto, invece, l'amministrazione aveva introdotto il riferimento a nuovi quadri orario per licei, istituiti tecnici e professionali, in via di definizione, nei quali dovrebbero essere recepite le novità del dPR 19/2015 (nuovo regolamento delle "classi di concorso"). Per l’a.s. 2016/17, dunque, la determinazione degli organici e la mobilità saranno effettuate con le vecchie "classi di concorso" stabilite dal DM 39/1998 con la previsione, come negli anni scorsi, dell'utilizzo delle cosiddette "atipicità".

In applicazione della legge 107 l'organico del prossimo anno, rinominato "organico dell'autonomia", sarà costituito dai posti di organico di diritto (tabelle A-B-C-D), dai posti di sostegno (tabella E) e dai posti di potenziamento (tabella F). La tabella G riepiloga il totale dei posti per regione. I posti dell'organico di diritto restano complessivamente confermati nella dotazione fissata dal decreto-legge 98/2011, che stabilisce un tetto corrispondente ai posti attivati nell’a.s.  2011/12.

Unica novità l'aggiunta dei 287 posti di “geografia” previsti dalla legge Carrozza nel 2013, che portano il totale dei posti comuni a 601.126. Per quanto riguarda il sostegno, ai 90.034 posti di diritto corrispondenti agli incrementi nel triennio previsti dalla legge Carrozza (ormai a regime) si aggiungono i 6.446 posti di potenziamento della legge 107.

I posti comuni di potenziamento per primaria, secondaria di I e II grado restano confermati come da Tabella 1 della legge 107 (la medesima assegnazione utilizzata per il piano straordinario di assunzioni). Restano confermati, con qualche variazione nella loro distribuzione, i posti relativi alla scuola dell'infanzia, che sono complessivamente 81.771.