ELEZIONI 2022

News

Indicazioni nazionali, sindacati e associazioni consultati dalla Commissione di studio insediata dal Ministro per eventuali revisioni

18.06.2024 18:05

La commissione di studio istituita dal Ministro Valditara col compito di elaborare e formulare proposte finalizzate alla eventuale revisione delle Indicazioni nazionali e delle Linee guida relative al primo e secondo ciclo di istruzione ha tenuto, in data 18 giugno, due incontri...

Liceo made in Italy, presentato il quadro orario. La CISL Scuola chiede più chiarezza su attività laboratoriali e formazione dei docenti

24.05.2024 12:23

Si è svolto in data 24 maggio 2024 presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici del Ministero l’incontro di informativa sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante il Regolamento concernente la definizione del quadro orario degli insegnamenti e...

Indicazioni nazionali, maneggiare con cura. In gioco un bene comune che appartiene all’intero Paese.

07.05.2024 10:00

La scuola è un bene comune che appartiene all’intero paese. Non può essere terreno di conflitto ideologico e politico, ma una priorità su cui far convergere gli interessi della comunità nazionale”. Lo scrivevamo nel 2008, in una lettera inviata a tutti i partiti...

Non trasferire alle Regioni le competenze sul sistema di istruzione. CISL Scuola in audizione alla Camera dei Deputati

28.03.2024 10:39

La contrarietà della CISL Scuola al trasferimento alle Regioni delle competenze in materia di istruzione è stata ribadita dalla segretaria generale Ivana Barbacci nel corso dell'audizione informale svoltasi oggi, 28 marzo, presso la Commissione VII (Cultura, scienza e...

Si discute di istruzione tecnica e professionale nel seminario organizzato dalla CISL Scuola per i componenti del Consiglio Generale nazionale

14.03.2024 08:36

La CISL Scuola, con una riunione in assetto seminariale del proprio Consiglio Generale, dedica oggi, all'Audiorium Carlo Donat-Cattin di Roma, una giornata di approfondimento al tema, attualissimo, della riforma dei percorsi di istruzione tecnica e professionale, che nel...

Istruzione tecnica e professionale, quale futuro? Seminario per il Consiglio Generale CISL Scuola il 14 marzo

10.03.2024 10:39

Con un seminario rivolto ai componenti del Consiglio Generale nazionale, la CISL Scuola affronta insieme a IRSEF IRFED il tema dell'istruzione tecnica e professionale, alla luce del progetto di riforma all'esame del Parlamento. Il seminario ("Istruzione tecnica e...

CISL Scuola in audizione alla VII Commissione della Camera su filiera tecnologico-professionale

04.03.2024 15:10

Già convocata per il 27 febbraio e poi rinviata a data successiva, si è svolta oggi, 4 marzo, l'audizione informale presso la VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati sul ddl 1691 riguardante l'istituzione della filiera formativa tecnologico- professionale. La Cisl...

Psicologo nella scuola, rispettare le autonomie professionali. CISL Scuola in audizione alla Commissione VII della Camera

21.02.2024 11:43

Si è svolta martedì 20 febbraio, presso la Commissione VII (Cultura, scienza e istruzione) della Camera dei deputati, un'audizione informale delle organizzazioni sindacali in merito alle proposte di legge presentate dagli onorevoli Marrocco (Forza Italia),...

Sperimentazione 4+2, aderiscono 176 istituti. Il Ministero rende noto l'elenco delle scuole, dei corsi e delle filiere attivate

19.01.2024 17:56

Sono 176 (su un totale di circa 1.700) gli istituti che intendono partecipare, nel prossimo anno scolastico, alla sperimentazione della filera teconologico professionale, il percorso formativo (cosiddetto 4+2) che prevede l'integrazione tra la frequenza, per un quadriennio, di...

Sistema nazionale di monitoraggio e valutazione del sistema terziario di ITS. Pubblicati gli indicatori di realizzazione e di risultato dei percorsi

11.01.2024 11:00

Mercoledì 10 gennaio 2024 sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 7 i quattro decreti ministeriali contenenti le norme di attuazione dell’articolo 13, comma 2, della legge 15 luglio 2022, n. 99, (Riforma del Sistema terziario di istruzione tecnologica superiore)...

Salvaguardare il carattere unitario e nazionale del sistema d'istruzione. Appello a Senatrici e Senatori

09.01.2024 10:43

Mantenere il carattere unitario e nazionale del sistema di istruzione, evitando che la materia, nel quadro di un’attuazione dell’autonomia differenziata, possa essere trasferita alle competenze delle Regioni. Con diversi accenti e sottolineature, è questa la richiesta che la...

Barbacci a ANSA: tempi troppo stretti per liceo Made in Italy. Perplessità anche su sperimentazione filiera tecnico professionale

04.01.2024 16:08

(ANSA) - ROMA, 04 GEN - "Non sono certo le condizioni migliori quelle che vedono le scuole, in questi giorni, valutare la possibilità di ampliare l'offerta formativa da proporre agli studenti e alle famiglie, aggiungendo nel proprio percorso di studi anche l'opzione del...

Al via la sperimentazione dei percorsi quadriennali. In Gazzetta Ufficiale il Decreto, candidatura scuole dall'11 al 30 dicembre

08.12.2023 20:40

Nella serata di giovedì 7 dicembre è stata diramata la nota con la quale il Dipartimento Istruzione del MIM emana formale “avviso” per la partecipazione al Piano nazionale di sperimentazione per l’istituzione di una filiera formativa integrata nell’ambito...

Filiera formativa tecnologico-professionale, sindacati in audizione alla Commissione 7ª del Senato

06.12.2023 15:17

Si è tenuta martedì 5 dicembre, presso la Commissione 7ª del Senato, l'audizione delle confederazioni sindacali sul disegno di legge n. 924 riguardante l'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale. La CISL, che come di consueto ha depositato agli atti della...

Classi di concorso e riforma istituti tecnici al centro dell'incontro del 16 novembre tra Ministero e Sindacati

17.11.2023 15:36

Nella giornata di giovedì 16 novembre si è concluso il confronto con il Ministero sul riordino delle classi di concorso, sulla riforma degli istituti tecnici e sulla nuova sperimentazione prevista per l’a.s. 2024/25 nei percorsi della filiera tecnico...

Audizione alla VII Commissione della Camera su liceo del made in Italy. Le perplessità della CISL Scuola

24.10.2023 12:52

Si è svolta nella tarda mattinata di oggi, 24 ottobre, l’audizione informale sul disegno di legge C. 1341 (“Made in Italy”) presso la Commissioni VII (Cultura, scienza e istruzione) della Camera dei deputati. Il disegno di legge prevede, nell’ambito di varie disposizioni tese a...

Ridurre l'affollamento delle classi dovunque, non solo in aree ristrette. CISL Scuola in audizione alla Camera

10.10.2023 17:23

Si è svolta oggi, martedì 10 ottobre, un'audizione informale dei sindacati presso la VII Commissione della Camera dei Deputati (Cultura, Scienza e Istruzione), in merito alla proposta di legge (C. 678 Amorese) che ha per oggetto l’abolizione del limite numerico minimo di alunni...

Incontro col Ministro: ancora molti i problemi, il confronto non sia occasionale ma si confermi come precisa scelta di metodo

22.09.2023 11:34

Il Ministro dell'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha incontrato giovedì 21 settembre i sindacati per un confronto in apertura del nuovo anno scolastico. All'incontro erano presenti, insieme al Ministro, anche il Capo di Gabinetto e i Capi Dipartimento...

Risultati da 1 a 25 su 346

Com'è, come si elegge e come funziona la RSU

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO

ISTRUZIONI PER GLI SCRUTATORI

Normativa principale di riferimento

N.B.: la nuova ipotesi di Accordo Nazionale Collettivo Quadro definita il 16 novembre 2021, non essendo stata sottoscritta entro il 31 gennaio, non trova applicazione per il rinnovo RSU 2022; resta pertanto pienamente vigente il Contratto Collettivo Nazionale Quadro del 1998.

Protocollo sulle procedure elettorali 2022

Firmato il 7 dicembre 2021, fra ARAN e otto organizzazioni sindacali, il nuovo Protocollo che definisce la tempistica delle procedure elettorali per il rinnovo delle RSU in tutti i comparti del lavoro pubblico. Le votazioni avranno luogo nei giorni 5, 6 e 7 aprile 2022.
Entro il 14 gennaio in ogni comparto si dovrà procedere alla mappatura delle sedi di contrattazione integrativa in cui si svolgeranno le operazioni di voto, ma tale adempimento non riguarda la scuola, in quanto è già individuata a tale livello la sede di contrattazione integrativa, per cui le votazioni avverranno come di consueto in ciascuna istituzione scolastica, senza alcuna possibilità di prevedere articolazioni o aggregazioni diverse.
La tempistica concordata fra le parti prevede al 31 gennaio l’annuncio delle elezioni e il formale avvio delle procedure elettorali, fissando al 25 febbraio il termine per la presentazione delle liste da parte delle organizzazioni ammesse a concorrere. Rientrano tra queste, senza necessità di alcun ulteriore adempimento, le organizzazioni sindacali di categoria rappresentative indicate nel CCNQ di distribuzione delle prerogative sindacali del 2017 così come modificato dal CCNQ del 19 novembre 2019, le organizzazioni sindacali aderenti alle confederazioni firmatarie del protocollo e le altre organizzazioni sindacali che comunque abbiano già aderito all’Accordo quadro del 7 agosto 1998 per la costituzione delle RSU in occasione di precedenti elezioni.
Altre diverse organizzazioni per poter presentare liste dovranno, entro il 25 febbraio 2022, produrre formale adesione all’Accordo quadro del 7 agosto 1998 per la costituzione delle RSU, dichiarare inoltre di applicare le norme sui servizi pubblici essenziali di cui alla legge 146/1990.
La necessità che le liste dei candidati siano espressione di un’organizzazione sindacale risponde ad una delle finalità del voto, che non è solo l’elezione dei componenti delle RSU: il numero complessivo dei voti ottenuti da ciascuna organizzazione concorre infatti a determinarne il livello di rappresentatività riconosciuto nell’ambito di ogni comparto contrattuale, attraverso un calcolo che tiene conto per ogni sigla del numero degli associati e del numero dei voti ottenuti nelle elezioni delle RSU.
Rinviando al prospetto contenuto nel protocollo per una più dettagliata descrizione degli adempimenti e delle relative scadenze, è da evidenziare la presenza di una dichiarazione congiunta allegata al protocollo stesso nella quale si prevede la convocazione all’ARAN delle parti firmatarie, tra il 10 e il 15 gennaio, per “una ricognizione volta a monitorare la situazione pandemica in rapporto all’avvio delle procedure elettorali”.

PROTOCOLLO 7 DICEMBRE 2021

I nostri manifesti

L’ elenco delle FAQ è di volta in volta integrato in base ai quesiti via via pervenuti,
senza modificare la loro numerazione progressiva. 

1 - Il personale sospeso può votare? Può essere votato?
Il personale sospeso per inadempimento degli obblighi vaccinali, essendo personale in “forza” presso una Amministrazione o sede di RSU, mantiene il diritto all’elettorato attivo. Per quanto attiene all’accesso ai locali, al fine di esercitare il diritto di voto, l’Aran ha chiarito che devono essere rispettate in ogni caso tutte le indicazioni e prescrizioni previste dal datore di lavoro e/o dal legislatore, ivi incluso, allo stato attuale, l’esibizione del greenpass. L’Aran inoltre ha chiarito che l’eventuale sospensione del rapporto di lavoro, per inadempimento degli obblighi vaccinali, non comporta la perdita del diritto all’elettorato passivo.

2 - Il personale in aspettativa può votare?
Sì, il personale che si trova in aspettativa (maternità, congedo biennale per assistenza disabile) conserva l’elettorato attivo cosi come tutti i dipendenti in forza all’amministrazione anche se non effettivamente in servizio (ad esempio il personale beneficiario delle prerogative sindacali). Il personale in assegnazione provvisoria o utilizzazione esercita il diritto di voto presso la sede di servizio. Secondo l’Aran dal novero dei soggetti titolari dell’elettorato attivo restano esclusi coloro che, pur dipendenti dell’Amministrazione, prestano la loro attività in altra amministrazione/ente/ufficio sede afferente a diversa RSU ovvero usufruiscano di un istituto contrattuale o previsione normativa finalizzata a consentire al lavoratore di svolgere un’altra attività presso soggetti pubblici o privati (ad esempio in via esemplificativa e non esaustiva si fa riferimento a fattispecie quali il mandato parlamentare, l’aspettativa senza assegni di cui all’art. 18 della legge n. 183/2010, aspettativa per conferimento di incarichi dirigenziali ai sensi dell’art.19 del D.Lgs.165/2001).

3 - Le nomine dei componenti delle commissioni possono essere effettuate da tutte le sigle sindacali?
No, le nomine dei componenti delle commissioni possono essere effettuate solo dalle organizzazioni che presentano liste.


4 - Il personale in congedo biennale per assistenza a disabile può sottoscrivere la lista?
Sì, in quanto lavoratore titolare di diritto all’elettorato attivo e passivo nell’amministrazione/sede RSU.

5- Il personale in servizio all’estero può votare?
Sì. Al personale in servizio presso gli istituti italiani di cultura all’estero è assicurata un’idonea rappresentanza nelle RSU, attraverso specifici collegi elettorali nella sede di servizio all’estero.

6 - Il presentatore di lista può essere anche tra i firmatari della lista stessa?
Sì, se è dipendente della stessa Istituzione scolastica in cui la lista viene presentata (ricordiamo che la lista può essere presentata da un dirigente dell’organizzazione sindacale o da un dipendente a tal fine delegato)

7 - I candidati possono sottoscrivere la propria lista?
Sì, chi è candidato può anche essere sottoscrittore della propria lista.

8 - Quali requisiti deve avere il personale a tempo determinato per godere dell’elettorato passivo (potersi candidare ed essere eventualmente eletto)?
Il personale a tempo determinato è titolare dell’elettorato passivo se è titolare di un incarico annuale (31 agosto) o fino al termine delle attività didattiche (30 giugno).

9 - Il dipendente può candidarsi nella lista presentata da sigla sindacale differente rispetto a quella di appartenenza?
Sì, non esiste alcun vincolo tra eventuale iscrizione a un sindacato e candidatura. Il dipendente può candidarsi in una lista presentata da una sigla diversa da quella alla quale è iscritto, o non essere iscritto a nessuna sigla sindacale.

10 - Il direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) e il collaboratore vicario sono candidabili nelle liste RSU?
Sì, sia il DSGA che il collaboratore vicario esercitano elettorato attivo e passivo (possono candidarsi ed essere eletti).

11 - Il dipendente che ricopre l’incarico di consigliere comunale può essere candidato?
Sì, un consigliere comunale può candidarsi, ma al momento della eventuale elezione si verifica una situazione di incompatibilità che comporta la decadenza dalla carica di Rsu se l’interessato non si dimette da consigliere comunale.

12 - Il personale con contratto Covid fino al 31 marzo esercita l’elettorato attivo?
Ad oggi no poiché beneficiano dell’elettorato attivo tutti i lavoratori dipendenti con rapporto di lavoro a tempo determinato in forza all’Amministrazione alla data di inizio delle votazioni (5 aprile). Conseguentemente non ha diritto nemmeno all’elettorato passivo (non può essere candidato). Potrà votare qualora il contratto alla scadenza del 31 marzo venga prorogato.

Scarica il PDF