All'altezza del compito. Editoriale di Maddalena Gissi sull'ultimo numero di Scuola e Formazione

22.12.2021 09:55
Categoria: Articoli

Viene recapitato in questi giorni l'ultimo numero del 2021 della rivista "Scuola e Formazione", dedicato in gran parte al VI Congresso della CISL Scuola, il cui percorso è in pieno svolgimento a livello territoriale e regionale e che si concluderà con l'assise nazionale in programma dal 16 al 18 marzo a Riccione.
Nel suo editoriale, la segretaria generale Maddalena Gissi sottolinea l'importanza di un evento impegnativo e complesso, fondamentale nella vita dell'organizzazione, «nel quale vogliamo - scrive - si esprimano quanto più possibile il senso e il valore di una partecipazione che mai potrebbe esaurirsi, per l’idea che abbiamo del sindacato e della democrazia, nella somministrazione di un sondaggio. È fin troppo noto - aggiunge - come la proliferazione di canali “social”, se da un lato accresce a dismisura le opportunità di comunicazione, finisca molto spesso per favorire atteggiamenti di isolamento che non aiutano certo a rafforzare la coesione del tessuto sociale. È un rischio che non siamo disposti a correre, perché in antitesi con la “missione” di cui ci sentiamo principalmente investiti».
Un sindacato che intenda svolgere efficacemente la sua missione, sostiene la leader della CISL Scuola, deve proporsi ed essere vissuto come luogo di incontro.  «Un fondamentale luogo di incontro - sottolinea - sono anche le centinaia di sedi, sparse in tutta Italia.....È questa presenza diffusa uno dei connotati peculiari della nostra identità: sindacato di persone fra le persone, mai soltanto “sportello”, per quanto efficiente, o “studio legale” affamato di ricorsi».
A rafforzare la tensione partecipativa che si esprime in tutte le fasi congressuali contribuisce anche il proporsi, quasi in contemporanea col congresso, di un altro appuntamento importante, il rinnovo delle RSU previsto ai primi di aprile del 2022. «Una competizione elettorale che si arricchisce di significato proprio perché vissuta in un contesto di partecipazione democratica, modello ed esempio per tutti i livelli dell’organizzazione; una concomitanza col congresso che sottolinea ancor più il valore che la partecipazione assume quando non è solo declamata, ma direttamente e concretamente vissuta».

***

Com'è ormai tradizione, il numero di Scuola e Formazione che viene chiuso a dicembre contiene anche, come inserto, un racconto di Natale, scritto per noi quest'anno da Ivo Lizzola.