Didattica a distanza e ripartenza: le sfide della scuola nel 2021. Maddalena Gissi su "In Terris"

30.12.2020 19:49
Categoria: Articoli

Non potrà mai essere "la scuola del futuro", alternativa a quella fondata su una relazione diretta e in presenza che resta fondamentale e insostituibile, "connaturata all’idea di scuola come comunità fatta di rapporti immediati e diretti, tra docenti e alunni ma anche degli alunni fra di loro, indispensabili per l’efficacia della relazione educativa, dei processi di apprendimento e più in generale di maturazione e di crescita". E tuttavia l'utilizzo degli strumenti e dei canali della comunicazione in rete dovrà necessariamente far parte del futuro della scuola, "non solo come modello sostitutivo cui fare ricorso in emergenza, ma come crescita delle competenze riguardanti strumenti, canali e linguaggi legati ad ambiti rispetto ai quali la scuola non può rimanere indifferente o peggio ancora estranea, mentre cresce ogni giorno di più la loro frequentazione da parte delle giovani generazioni, quelle cui si rivolge primariamente l’azione degli insegnanti". Questi alcuni passaggi dell'articolo di Maddalena Gissi, segretaria generale CISL Scuola, che compare oggi sul quotidiano on-line In Terris, nel quale ripercorre le tappe di un anno che ha costretto tutti, e anche la scuola, a misurarsi con eventi di portata imprevista e imprevedibile. Problemi e criticità che permangono anche in questa fase, nella quale l'attenzione si concentra sulla ripresa delle attività in presenza per gli alunni della secondaria di secondo grado, mentre diventa sempre più necessario guardare a un dopo pandemia che non potrà e non dovrà essere un semplice ritorno alla situazione precedente.

Files:
gissi_30122020.pdf262 K