CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Il nuovo DPCM del 4 marzo 2020 su emergenza coronavirus. Contenuti principali

05.03.2020 11:58

Il nuovo DPCM firmato dal premier Conte nella serata di mercoledì 4 marzo 2020 contiene disposizioni che integrano e in qualche caso sostituiscono quelle emanate in precedenza, in generale intensificando le azioni volte a contenere la diffusione del contagio da virus COVID-19. Le nuove disposizioni, che riguardano l’intero territorio nazionale, restano in vigore fino al 3 aprile, salvo che non siano previste espressamente scadenze diverse, come nel caso della sospensione delle attività educative e didattiche, in vigore fino al 15 marzo.

Di seguito una sintesi delle disposizioni, evidenziando quelle che riguardano in modo particolare il mondo della scuola.

Art. 1

  • Stop a manifestazioni, eventi o spettacoli che non consentano il distanziamento minimo di 1 metro (lettera b)
  • Stop a eventi sportivi. Sport di base e attività motorie solo rispettando indicazione del distanziamento minimo di 1 metro (lettera c)
  • Sospensione attività didattica e educativa fino al 15 marzo, ad eccezione dei corsi postuniversitari sanitari (lettera d)
  • sospesi i viaggi di istruzione e le uscite didattiche comunque denominate (lettera e)
  • certificazione medica obbligatoria per assenze oltre i 5 giorni (lettera f)
  • attivazione didattica a distanza (lettera g)
  • lavoro agile anche in assenza di accordi individuali (lettera n)

Art. 2
Comma 1

  • raccomandazione a non uscire di casa alle persone anziane o immunodepresse (lettera b)
  • esposizione in tutte le scuole delle indicazioni di misure igienico sanitarie (lettera c)
  • materiale disinfettante in tutte le strutture (lettera f)
  • interventi di sanificazione dei mezzi di trasporto (lettera h)
  • obbligo di comunicare al dipartimento di prevenzione e al medico di famiglia provenienza o transito in zone ad elevato rischio (lettera i)

Comma 2 e seguenti: modalità di intervento delle autorità sanitarie relative alla prescrizione della permanenza domiciliare

Art. 3

Affidamento ai Prefetti delle attività di monitoraggio sull’osservanza delle misure

Art. 4

  • disposizioni in vigore fino al 3 aprile, ove non diversamente indicato nelle singole misure (comma 1)
  • cessano di produrre effetti gli artt. 3 e 4 del DPCM 1° marzo (comma 2)
  • restano in vigore le misure di cui agli art. 1 e 2 del DPCM 1° marzo, cui si sommano quelle più restrittive introdotte col nuovo DPCM (comma 3)