CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Riconversione su sostegno e PAS, esiti incontro al MIUR

18.10.2013 12:59

Si è svolto ieri, giovedì 17 ottobre, presso il MIUR, un incontro, fortemente sollecitato dalla Cisl Scuola e dalle altre sigle sindacali, sui corsi di riconversione per il sostegno destinati al personale docente in esubero, con priorità per i titolari delle classi di concorso A075, A076, C555, C999. Come si ricorderà, per tali corsi (istituiti con il D.D. n. 7 del 16.4.2012) erano già state emanate nel mese di ottobre 2012 disposizioni per la presentazione delle domande da parte dei docenti interessati (nota prot. 7645 dell'11.10.2012).

Ultimamente sulla questione sono intervenute sia le disposizioni contenute nel decreto-legge 104/2013 (misure urgenti per la scuola) relative al passaggio del personale titolare C555 e C999 in altre classi di concorso o profili ATA, sia il decreto 9.8.2013 relativo all'istituzione dei TFA sul sostegno. Da qui le ripetute e pressanti richieste della Cisl Scuola all'amministrazione affinché intervenisse per assicurare la necessaria priorità nell'attivazione dei percorsi di riconversione da parte delle Università, sfociate nella nota prot. 10402 del 4.10.2013, firmata congiuntamente dai Capi Dipartimento Istruzione e Università del MIUR.

Nell'incontro di ieri, 17 ottobre, è stata ribadita l'urgenza di dare avvio ai percorsi ed è stato nuovamente sollecitato un incontro con il Capo dipartimento dell'Università, al fine di mettere a punto la gestione dell'intera partita della formazione, con particolare riguardo ai Percorsi Abilitanti Speciali.

In merito alla riconversione sul sostegno, l'Amministrazione ha comunicato che hanno già avuto luogo alcuni incontri con la Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione, il nuovo soggetto che interverrà nella gestione dei corsi, con cui è imminente la sottoscrizione di un nuovo accordo. Stante la disponibilità di risorse pari a circa 750.000 €, si prevede l'attivazione di 15-16 corsi a livello regionale e interregionale, il cui costo unitario è stato stimato in circa 50.000 €, prevedendo per ciascuno una media di 100 partecipanti, per un totale di circa 1.500 docenti coinvolti.

Dopo un serrato confronto, che ha visto confermare le priorità e i criteri di partecipazione e attivazione già definiti con la nota prot. 7591 del 10.10.2012, si è concordato:

  • di consentire sia eventuali rinunce a domande già presentate, sia eventuali nuove domande da presentare entro il mese di novembre;
  • di decentrare la gestione dei corsi agli uffici territoriali, previo confronto con le Organizzazioni Sindacali al fine di definire e valutare, anche in relazione a situazioni specifiche, le priorità di ammissione con riferimento agli esuberi dell'a.s. 2013/14 e tenendo in particolare considerazione gli ITP titolari C555 e C999 che non sono in possesso di titoli di studio spendibili per il passaggio in altre classi di concorso;
  • di agevolare la partecipazione ai corsi da parte del personale in servizio, anche privilegiandone l'accesso ai permessi per il diritto allo studio.

Il MIUR si è impegnato a diramare entro la prossima settimana la nuova nota per l'avvio dei corsi e ha comunicato di aver contattato il Capo dipartimento dell'Università per un incontro da svolgersi quanto prima con le Organizzazioni Sindacali.