CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

ESTERO NEWS 7/2015: mobilità; posti DS; supplenze; posti vacanti

29.05.2015 15:07
Categoria: Estero

Estero. Limitate le operazioni di mobilità. Le organizzazioni sindacali non sottoscrivono l’ipotesi di contratto e chiedono l’immediata attivazione delle procedure per le nomine dall’Italia

A seguito della informativa di mercoledì scorso, 27 maggio, al MAECI, la Cisl Scuola, unitamente alle altre organizzazioni sindacali, esprime forte contrarietà e dissenso per la proposta dei rappresentanti dell’Amministrazione di voler limitare i trasferimenti a domanda al solo personale delle scuole europee. L’ipotesi di “contratto annuale sulla mobilità”, pertanto, non è stata sottoscritta.

Ancora una volta viene disatteso quanto contenuto nell’articolo 108 del CCNL Scuola e si procederà all’emanazione di un decreto direttoriale, violando le norme contrattuali vigenti. Le motivazioni addotte dal MAECI (mancanza di fondi disponibili nei relativi capitoli di spesa) non solo non giustificano tale provvedimento ma lo rendono ancora più incomprensibile e lesivo di un diritto dei lavoratori.

                                                                  * * *

E’ stato diramato l’avviso riguardante la disponibilità di posti all’estero per Dirigenti scolastici, a.s. 2015/16: n. 8 posti presso le sedi vacanti di Charleroi, Basilea, Montevideo, Vancouver, Toronto, Santiago, Il Cairo, Perth. Gli interessati dovranno presentare regolare domanda corredata dal curriculum vitae entro il prossimo 10 giugno per essere sottoposti a colloquio.

                                                                  * * *

Bloccato, infine, il previsto rinnovo triennale delle graduatorie per le supplenze all’estero: con uno specifico decreto del MAECI le graduatorie medesime sono prorogate fino al 31.8.2016.

                                                                  * * *

La Cisl Scuola ha sollecitato l’Amministrazione ad accelerare i tempi per la pubblicazione delle graduatorie riviste e corrette così da consentire, agli aventi diritto, l’assegnazione delle sedi estere al fine di garantire - prima dell’inizio del prossimo anno scolastico - la copertura dei 170 posti disponibili.