CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

NOVEMBRE 2019

Col verso dantesco (I canto del Purgatorio) entriamo in un mondo che è chiuso per definizione, il carcere, e anche in questo mondo la scuola c'è. La scuola c'è e contribuisce a fare della prigione ciò che dovrebbe essere: luogo di giusta espiazione della colpa, ma ancor più luogo di ricostruzione di una dignità e di rieducazione alla libertà. Nel film di novembre di Giovanni Panozzo non possono esserci le immagini, precluse, del carcere di Livorno, a dominare - e illuminare - sono le parole di chi dedica alle persone carcerate la sua professione di insegnante.