CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

La Politica estera dell’Ue

01.06.2017 07:49
Categoria: Agenda 2016/17

L’AGENDA 2016-2017: UN NUOVO MODO DI FARE APPROFONDIMENTO

Per approfondire la conoscenza della Politica estera dell’Ue si consiglia di attivare i seguenti link.

Il primo è quello della pagina web dell’Ue dedicata alla Politica estera, che comprende la politica di sicurezza (ovvero la difesa). In questa pagina si ricorda che a seguito del Trattato di Lisbona del 2009 l’Ue ha un vero e proprio ministro degli esteri (l’alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza), e una rete di ambasciate (denominate Delegazioni dell’Unione europea). Si continua ricordando gli obiettivi della politica estera, che sono la pace e la sicurezza, nonché la collaborazione con altri paesi per vie diplomatiche, e elencando gli strumenti messi in campo per attuare la politica estera, fra i quali vi sono anche le missioni civili e militari nei luoghi di crisi. Particolare importanza assume per l’Ue la cosiddetta politica di vicinato, ossia la creazione di relazioni speciali con paesi posti alle frontiere dell’Ue, senza trascurare però continenti importanti come l’Asia e l’America latina. Come sempre, questa pagina web contiene i link che permettono di visitare i siti delle istituzioni comunitarie che si occupano di politica estera e di sicurezza (sezione Istituzioni e Organi dell’Ue), così come di visualizzare la normativa dell’Ue in materia di relazioni internazionali e misure per la sicurezza (sezione Legislazione). Inoltre si possono visitare le sezioni dedicate alle Possibilità di finanziamento e alle Pubblicazioni, che possono risultare utili per comprendere meglio il funzionamento della politica estera dell’Ue.

Il secondo link permette di scaricare la pubblicazione ufficiale dell’Ue sulla Politica di cooperazione internazionale. Si tratta di una lettura molto interessante, in quanto illustra le ragioni alla base di una politica estera dell’Ue, i cui obiettivi principali sono la solidarietà e l’aiuto ai paesi poveri. La pubblicazione illustra poi i principali strumenti utilizzati dall’Ue per dare seguito alle sue iniziative nel mondo, e le dimensioni del suo intervento.

Il terzo link consente di entrare direttamente nel sito del Servizio dell’Azione esterna europea (Eeas - European External Action Service) della Commissione europea, che è l’organo esecutivo dell’Ue, paragonabile, per compiti e responsabilità, ad un Ministero degli Esteri. In questo sito, tutto in inglese, si illustra, una volta che si è cliccato su “About us”, l’organizzazione di questo Servizio, mentre, cliccando su “Eu in the world”, si possono trovare le coordinate delle ambasciate dell’’Ue in tutti i paesi del mondo (lista che si visualizza cliccando su “diplomatic network”). Infine, scegliendo i link “Foreign affairs” e “Security and Defense”, si può entrare nelle pagine che descrivono, rispettivamente, i diversi ambiti di interventi della politica estera dell’Ue (“Policy areas”), e della difesa, con l’elenco delle missioni attualmente in corso (“Military and civilian missions and operations”).

a cura di Massimiliano Di Pace