CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

La Politica dell’istruzione dell’Unione Europea

01.02.2017 08:29
Categoria: Agenda 2016/17

L’AGENDA 2016-2017: UN NUOVO MODO DI FARE APPROFONDIMENTO

Per approfondire la conoscenza della Politica dell’istruzione dell’Ue si consiglia di attivare i seguenti link.
Il primo è quello della pagina web dell’Ue dedicata alla Politica dell’istruzione (che ingloba anche i temi della formazione e della gioventù), nella quale si evidenziano in primo luogo le opportunità per i giovani, coordinate da un’apposita strategia comunitaria. Altre due iniziative ben note vengono subito delineate, ossia Erasmus e Europass, ossia il cv standard che permette la comparabilità dei curriculum a livello europeo. Sullo stesso piano logico si inserisce il tema del riconoscimento reciproco tra i paesi comunitari delle qualifiche professionali. Seguono poi tante altre iniziative comunitarie, quali il sistema europeo dei crediti formativi, lo Spazio europeo dell’istruzione superiore, il programma Marie Curie, che interessa i giovani ricercatori desiderosi di svolgere la loro attività di ricerca in un’università o un centro di ricerca di un altro paese europeo. Vi sono poi numerosi link, che permettono di visitare i siti delle istituzioni comunitarie che si occupano di politica dell’istruzione (sezione Istituzioni e Organi dell’Ue), così come di visualizzare la normativa dell’Ue in materia di istruzione, formazione e gioventù (sezione Legislazione). Inoltre si possono visitare le sezioni dedicate alle Possibilità di finanziamento e alle Pubblicazioni, che possono risultare utili per comprendere meglio il funzionamento della politica dell’istruzione dell’Ue.

Il secondo link permette di scaricare la pubblicazione ufficiale dell’Ue sulla Politica dell’istruzione. Si tratta di una lettura molto interessante, in quanto illustra le ragioni della necessità di una politica dell’istruzione dell’Ue, la strategia per perseguirne gli obiettivi, le misure che la concretizzano, per concludere con le prospettive per il futuro.

Il terzo link consente di entrare direttamente nel sito della Direzione generale (DG) Istruzione e formazione della Commissione europea, che è l’organo esecutivo dell’Ue, paragonabile, per compiti e responsabilità, ad un Ministero dell’Istruzione. In questo sito, in parte in italiano, in parte in inglese, si descrivono in dettaglio tutte le misure in materia di politica scolastica (es. contrasto degli abbandoni scolastici), politica per l’istruzione superiore (es. collaborazione tra imprese e università), ed in altri settori. Vi è poi un link al sito di Erasmus+, che permette agli studenti universitari di svolgere un semestre di studi in un’università di un altro paese, e infine il settore degli strumenti, ovvero portali, banche dati, reti, iniziative, che consentono di attuare le indicazioni della politica comunitaria dell’istruzione.

a cura di Massimiliano Di Pace