CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

La politica dell'agricoltura dell'Unione Europea

31.08.2016 19:47
Categoria: Agenda 2016/17

Per approfondire la conoscenza della Pac (Politica agricola comune) si rimanda ad alcuni contributi rinvenibili sul web e di cui segnaliamo i link.

Il primo è quello della pagina web dell’Ue dedicata alla Pac, nella quale si trovano, oltre ad informazioni di base, altri numerosi link, che permettono di visitare i siti delle istituzioni comunitarie che si occupano di agricoltura (sezione Istituzioni e Organi dell’Ue), così come di visualizzare la normativa dell’Ue in materia di agricoltura (sezione Sintesi della legislazione). Inoltre si possono visitare le sezioni dedicate alle Possibilità di finanziamento e alle Pubblicazioni, che possono risultare utili, sia per sfruttare le opportunità offerte da questa politica comunitaria, sia per comprenderne meglio il funzionamento. Tra queste segnaliamo la pubblicazione ufficiale dell’Ue sulla politica dell’agricoltura. Si tratta di una lettura molto interessante, in quanto illustra le ragioni, gli obiettivi e i meccanismi di funzionamento della Pac, ed è riccamente illustrata, circostanza che ne facilita la lettura.

Il secondo link consente di entrare direttamente nel sito della Direzione generale (DG) Agricoltura e Sviluppo rurale della Commissione europea, che è l’organo esecutivo dell’Ue, paragonabile, per compiti e responsabilità, ad un Ministero dell’agricoltura. In altre parole la Pac viene attuata sotto la regia della DG Agricoltura e Sviluppo rurale. E’ il caso di segnalare che l’utilità di questo sito è l’aggiornamento costante, insieme al dettaglio delle spiegazioni sugli aspetti operativi della Politica agricola. Qui si trovano i contatti con i vari uffici della DG. E’ da tenere presente però che molti contenuti sono in Inglese, e a volte in Francese e Tedesco, ma non in Italiano.

****************************

PAGINA WEB DELL'UE SULLA PAC

PUBBLICAZIONE DELL'UE SULLA PAC

DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE DELLA COMMISSIONE EUROPEA