CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

EMERGENZA TERREMOTO

Il ripetersi di eventi sismici in centro Italia, la cui intensità si è addirittura accentuata nelle nelle ultime ore, anche se per fortuna non ha creato ulteriori lutti dopo le tragiche scosse di fine agosto accresce la necessità di far fronte a una situazione di disagio che si va ulteriormente estendendo nell'area interessata al terremoto.
La Cisl Scuola, oltre a esprimere ancora una volta i propri sentimenti di vicinanza e affetto per le popolazioni così duramente colpite, ribadisce la sua volontà di sostenere col massimo impegno tutte le iniziative utili a dare immediato e concreto aiuto alle tante persone costrette oggi ad affrontare, singolarmente e con le proprie famiglie, una situazione di straordinaria difficoltà. Oltre a procedere con le azioni direttamente avviate dalla nostra organizzazione col coinvolgimento delle strutture regionali e territoriali, vogliamo qui richiamare in modo particolare l'attenzione sull'iniziativa assunta unitariamente dalle organizzazioni sindacali rappresentative per la devoluzione di un'ora di lavoro a favore delle popolazioni terremotate. Chiediamo di darne adeguata diffusione in tutte le scuole e di adoperarsi per la più ampia adesione da parte di tutto il personale in servizio.

UN'ORA DI LAVORO IN SOLIDARIETA' - SOTTOSCRIZIONE

I sindacati scuola maggiormente rappresentativi del comparto (Flc CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal, GILDA Unams) hanno promosso una raccolta di fondi a favore degli interventi per le popolazioni del centro Italia colpite dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e da quelli intervenuti successivamente. Chi vuole può devolvere l'equivalente di un'ora di lavoro; l'importo sarà trattenuto direttamente sullo stipendio per tutti coloro che provvederanno alla sottoscrizione di una delega da compilare su apposito modulo e consegnare alla segreteria della scuola in cui prestano servizio.
In allegato il manifesto predisposto per l'iniziativa di solidarietà e il modulo in formato pdf compilabile.
Per quanti non fossero in condizione di sottoscrivere la delega (ad es. perché pensionati) o intendessero comunque partecipare in forma diversa alla sottoscrizione, è possibile farlo utilizzando il codice IBAN che compare in fondo al manifesto (IT22T0312705006000000001358) per un eventuale bonifico sul conto intestato alle Organizzazioni promotrici, lo stesso sul quale saranno accreditati i fondi raccolti attraverso le trattenute autorizzate dai sottoscrittori di delega. Indicare come causale: "Sottoscrizione terremoto Centro Italia 2016"

COME E DOVE COLLABORARE PER AFFRONTARE L'EMERGENZA

In una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil nell'esprimere "cordoglio alle famiglie delle vittime e solidarietà e vicinanza alle popolazioni dei molti comuni del Lazio, dell'Umbria, delle Marche e dell'Abruzzo colpite dal sisma". si dicono "pronte a collaborare con la Protezione civile e le strutture di coordinamento e soccorso per prestare assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto e affrontare il grave stato di emergenza".
"Il nostro pensiero e ringraziamento - concludono - va anche a tutti coloro che in queste ore si stanno prodigando per prestare soccorso alle comunità dei territori colpiti".
Sui nostri canali social e sul sito CISL puntuali informazioni sull'organizzazione degli aiuti e sull'apporto che è possibile dare.
DOVE E COME AIUTARE:
•LAZIO: presso la sede Cisl di Rieti in via Domenico Raccuini 43/a. Tutti i centri di riferimento nel Lazio per la donazione del sangue
•UMBRIA. Terremoto. Norcia è la zona piu' colpita. In particolare alcune frazioni. La Cisl territoriale sta coordinando le iniziative da prendere anche con Cgil e Uil.
•MARCHE. Punto di raccolta: "Fuoriluogo" dalle 15,30 presso il centro Commerciale Ipercoop Città delle Stelle (Viale invalidi e mutilati del lavoro, 106, 63100 Ascoli Piceno)