CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Le risorse MIUR ex decreto 351 e i decreti dei Direttori generali

06.11.2014 20:42

Con una serie di Decreti emanati di recente dai Direttori Generali dei vari Dipartimenti (o di prossima emanazione) viene data attuazione alla distribuzione delle risorse previste dal D.M. 351 del 21.5.2014 per uno stanziamento complessivo di € 56.031.778.

Nel dettaglio il Decreto, all’art. 1 prevede lo stanziamento di € 1.190.000 per la costituzione o l’aggiornamento presso le istituzioni scolastiche statali secondarie di secondo grado di laboratori scientifico-tecnologici. Le Istituzioni Scolastiche interessate possono predisporre progetti per l’assegnazione delle risorse per il tramite degli Uffici Scolastici: quale limite di spesa è indicata la cifra di € 25.000 per progetto.

€ 15.771.778 sono destinati al funzionamento amministrativo e didattico (art. 2).

Per la progettazione e l’implementazione dei sistemi informativi a supporto della missione istruzione e per l’innovazione tecnologica sono destinati € 8.100.000: le relative attività sono svolte nell’ambito dei contratti conseguenti all’aggiudicazione delle procedure di gara (art. 3).

Per la progettazione e realizzazione del servizio di supporto a favore delle istituzioni scolastiche in materia amministrativo contabile e per la realizzazione del sistema informativo a supporto del servizio sono stanziati, rispettivamente, € 100.000 ed € 400.000 (art. 4).

L’art. 5 del D.M. 351 destina risorse pari ad € 1.000.000 per attività di formazione del personale della scuola; nell’esercizio finanziario 2014 cosi distribuite:

  • € 500.000 per la formazione del personale docente rivolta a consentire l’avvio degli insegnamenti in modalità Content and Language Integrate Learning (CLIL)
  • € 100.000 per la formazione obbligatoria dei docenti per l’insegnamento della lingua inglese (scuola primaria)
  • € 200.000 per interventi formativi destinati ai dirigenti scolastici e ai DSGA
  • € 100.000 per interventi formativi in favore di docenti finalizzati al rafforzamento delle conoscenze e delle competenze di ciascun alunno
  • € 100.000 per interventi formativi volti al potenziamento delle competenze dei docenti nelle aree ad alto rischio socio-educativo e a forte concentrazione di immigrati (D.D. 812 del 30.10.2014)

Gli Uffici Scolatici Regionali acquisiscono le candidature di istituzioni scolastiche ed educative e trasmettono successivamente al MIUR (direzione generale per il personale scolastico) i progetti approvati.

L’art. 6 destina, per l’anno scolastico 2014/15, € 11.000.000 per la realizzazione delle attività attinenti l’alternanza “scuola-lavoro” di cui al decreto legislativo 77/2005 (da non confondere con i progetti innovativi previsti dal precedente art. 1).

Sono destinati € 10.000.000 per il finanziamento dei corsi disposti per il recupero delle carenze formative degli studenti con giudizio sospeso nell’a.s. 2013/14 (art. 7).

Per le misure nazionali relative all’integrazione scolastica degli alunni ospedalizzati sono destinati nell’esercizio finanziario 2014 complessivamente € 2.470.000 (art. 8).

All’art. 9 sono previsti complessivamente € 800.000 destinati a progetti per il potenziamento e la qualificazione dell’offerta di integrazione scolastica degli alunni con disabilità attraverso lo sviluppo di software, siti e portali dedicati a progetti da realizzarsi nelle istituzioni scolastiche per la diffusione dell’uso di ICF (International Classification of Functioning). Per la realizzazione delle iniziative la Direzione generale per lo studente, acquisisce le candidature di istituzioni scolastiche ed educative statali o loro reti.

L’art. 10 prevede la destinazione di € 300.000 alla realizzazione di progetti per l’alfabetizzazione linguistica di alunni stranieri di recente immigrazione, € 300.000 alla realizzazione di progetti relativi alla peer education, € 200.000 per attività di formazione a dirigenti e docenti operanti in istituzioni in aree con particolari complessità per la costruzione di figure “tutor” e € 200.0000 per percorsi di inclusione scolastica di alunni Rom.

Per la realizzazione di iniziative volte a promuovere corretti stili di vita (educazione alla salute, all’ambiente e all’alimentazione) è destinata la somma di € 1.500.000 (art. 11).

L’art. 12 stanzia € 1.000.000 per la realizzazione di un piano nazionale di promozione dello sport (nota 6263 del 3.11.2014).

L’art. 13 prevede risorse per € 900.000 per attività inerenti la promozione della legalità a scuola, l’educazione alla pace e all’interculturalità, per la prevenzione del fenomeno del bullismo nelle scuole. La Direzione generale per lo studente provvede al monitoraggio dei progetti.

All’art. 14 si indica la somma di € 400.000 per la promozione della cultura scientifica.

All’art. 15 sono previsti € 400.000 per la celebrazione del Primo Centenario della Prima Guerra Mondiale.

I rapporti e i monitoraggi saranno inviati dalle direzioni generali competenti alla Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio del MIUR affinché provveda alla conseguente liquidazione ed erogazione.