CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

"Per costruire la buona scuola...". Tavola rotonda il 15 ottobre

08.10.2014 12:00

L’Assemblea Nazionale che si svolge a Bagni di Tivoli dal 14 al 16 ottobre affronta fra gli altri temi la proposta sulla Buona Scuola su cui è in corso in queste settimane la consultazione promossa dal governo. Una nostra prima valutazione del documento presentato a palazzo Chigi il 3 settembre scorso è contenuta nel fascicolo “Noi e la Buona Scuola” realizzato a cura della segreteria nazionale. Nel corso dei lavori dell’Assemblea, e precisamente nel pomeriggio di mercoledì 15 ottobre, si confronteranno sull’argomento alcuni protagonisti del mondo politico, delle forze sociali e delle istituzioni in una tavola rotonda il cui titolo - Per costruire una buona scuola…” - sottolinea la nostra volontà di contribuire in modo costruttivo a un dibattito che non può servire solo a misurare il livello di consenso sul progetto del governo, ma deve anche tendere a riempire il “contenitore” – su cui si è posta molta cura - di contenuti che sono talvolta mancanti e non di rado ampiamente discutibili.
Coinvolgere il mondo della scuola e l’intero paese in un dibattito sul sistema di istruzione e formazione, assumendolo come tema centrale e di valenza strategica nelle politiche di governo, è quanto la Cisl Scuola chiede da sempre, pronta a sostenere con forza le azioni necessarie a far crescere in efficacia e qualità la nostra scuola; azioni che investono sia l’ambito delle scelte di natura legislativa che quello della disciplina contrattuale.
Non basta dunque un sondaggio, per quanto esteso e raffinato, ad assicurare la qualità e profondità degli apporti che si richiedono quando si discute e si decide su questioni di così grande portata; né la consultazione “dell’intero paese” può ridursi a una kermesse di fugaci esibizioni a valenza soprattutto mediatica.
Un progetto che punti a rendere più “buona” la nostra scuola, restituendo senso e giusto valore al lavoro che vi si svolge, richiede chiarezza di obiettivi, certezza e credibilità delle risorse da mettere in campo, precise scelte di priorità che si rendono indispensabili in un quadro di enormi difficoltà come l’attuale. La tavola rotonda del 15 ottobre, cui prendono parte Lorenzo Dellai, Giuseppe Fioroni, Ivanohe Lo Bello, Gabriele Toccafondi, Francesco Scrima, con le conclusioni affidate alla neo segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan, è volutamente collocata nell’ambito di un’importante sede di dibattito interno, che vede presente l’intera rete delle strutture attraverso le quali la Cisl Scuola fonda il suo radicamento nella categoria e nel territorio. Un arricchimento della discussione con cui vengono messe a punto le nostre proposte e le conseguenti linee d’azione; è questo il nostro modo di esercitare una funzione di rappresentanza che ci fa essere, da sempre, soggetto attivo e responsabile del dialogo sociale, da cui ogni serio progetto di innovazione dovrebbe trarre alimento, sostegno e forza.