CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Riorganizzazione del MIUR in vigore dal 29 luglio (DPCM 98/2014)

24.07.2014 19:25

Il 29 luglio entrerà in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 98 dell’11 febbraio 2014, contenente il nuovo regolamento di organizzazione del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.
Il provvedimento, adottato dal Governo Letta e che risponde alla linea governativa generale dell’alleggerimento delle strutture burocratiche e della riduzione degli uffici dirigenziali, dispone in particolare:

  • la ridefinizione delle denominazioni, delle competenze e della struttura dei tre dipartimenti in cui si continua ad articolare il MIUR.
  • La riduzione degli uffici di livello dirigenziale generale e degli uffici dirigenziali non generali in cui si articola ciascuna direzione generale. In particolare le direzioni generali sono ridotte, complessivamente, da 12 a 9 e gli uffici dirigenziali non generali da 93 a 63
  • L’assegnazione soltanto a 14 Uffici regionali su 18 del livello dirigenziale generale (sono escluse la Basilicata, il Friuli-Venezia Giulia, il Molise e l’Umbria), e la riduzione degli uffici dirigenziali non generali e delle posizioni dirigenziali non generali in cui si articola ciascun Ufficio.

Dal 29 luglio quindi, come ha specificato il MIUR con un comunicato del 15 luglio, decadranno gli incarichi di livello dirigenziale generale, compresi quelli di reggenza, dell’amministrazione centrale e periferica.
Il 18 luglio sono stati pubblicati – ai sensi dell’articolo 19, comma 1-bis, del d.lgs. n. 165/2001 – i relativi avvisi di disponibilità dei posti di funzione dirigenziale generale: gli interessati alla candidatura per detti posti devono produrre apposita istanza al MIUR entro la mezzanotte del 24 luglio 2014.

Files:
DPCM_98_2014.pdf1.0 M