CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Primo incontro del Tavolo nazionale permanente per gli Esami di Stato

28.05.2020 21:22

Si è svolto oggi, giovedì 28 maggio, il primo incontro del Tavolo nazionale permanente per gli Esami di Stato. Il Tavolo è stato istituito il 22 maggio ed è composto dai Segretari generali dei Sindacati firmatari del Protocollo del 19/05/2020, dal Capo di Dipartimento Dott.ssa Giovanna Boda e da altri rappresentanti dell’Amministrazione, da Pasquale Morano per l’Associazione Croce Rossa Italiana e Giuseppe Goduto del Dipartimento per la Protezione civile.
L’incontro di oggi è stato il primo di molti altri che seguiranno, ed ha avuto lo scopo di esaminare le principali problematiche evidenziate dai sindacati circa lo svolgimento degli esami di stato, oltre ad approfondire i contenuti della nota per l’attribuzione alle istituzioni scolastiche delle risorse derivanti dal DL 34/2020.
Tra i problemi emersi durante la discussione, è stato richiamato in particolar modo quello dei lavoratori in situazione di fragilità. Sono state chieste indicazioni circa le modalità di individuazione e relativamente alla definizione giuridica dell’eventuale inidoneità temporanea al lavoro in presenza.
Altro tema è stato quello della eventuale sostituzione dei collaboratori scolastici durante l’esame e delle incentivazioni per il maggior impegno richiesto al personale dalla situazione epidemiologica. Su questo ultimo aspetto, le Organizzazioni sindacali hanno chiesto che gli importi non incidano sugli attuali stanziamenti del Fondo per il Miglioramento dell’Offerta formativa.
Il dott. Greco, Direttore Generale per le risorse umane e finanziarie del Ministero, ha fornito alcuni chiarimenti relativamente ai 39,23 milioni di euro stanziati al fine di garantire il corretto svolgimento degli Esami di Stato ed ha invitato ad utilizzare il Servizio di Assistenza Help Desk Amministrativo contabile. Sarà inoltre attivato un servizio Faq.
La Dott.ssa Giovanna Boda, Capo Dipartimento per le risorse umane e finanziarie, ha poi raccolto le segnalazioni circa incertezze interpretative sullo svolgimento degli Esami ed ha invitato a fissare un incontro con la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.
Durante l’incontro è stato sottolineato il ruolo fondamentale attribuito ai tavoli regionali che avranno il compito di adattare le diverse misure di prevenzione alla specifica situazione epidemiologica. È quindi importantissimo che sia sollecitata l’attivazione di questi tavoli, là ove non siano stati già convocati.