CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Resoconto dell'informativa al MIUR sul concorso per la Dirigenza

18.05.2019 10:48

Ieri, 17 maggio, si è svolto al Miur l’incontro di informativa che era stato richiesto dalla CISL Scuola insieme a Flc CGIL, UIL Scuola Rua e SNALS, sulle modalità di prosecuzione del concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici. La dirigente dell’Ufficio II della Direzione generale per il personale scolastico, dott.ssa Capasso, ha ricordato che i candidati sono stati assegnati alle sottocommissioni secondo un criterio che non ha attinenza né con la fase di correzione delle prove scritte, né con la provenienza territoriale. Tuttavia, in alcuni limitati casi di documentate importanti situazioni di salute, si è proceduto all’assegnazione presso la Commissione operante nella sede territorialmente più vicina alla residenza del candidato.
Il quadro di riferimento per le prove orali è stato pubblicato sul sito del Miur e il Presidente della Commissione ha inviato a tutti i membri delle sottocommissioni un protocollo con valore di direttiva per coordinare le modalità di svolgimento delle prove orali. La formulazione delle prove dovrà tener conto del già ricordato quadro di riferimento e lo studio di caso dovrà essere presentato nella forma di problem solving.
Le sottocommissioni prepareranno un numero di prove pari al numero dei candidati assegnato, più due prove per ogni tipologia, affinché anche l’ultimo candidato possa comunque scegliere tra una terna. Le prove estratte ed utilizzate per l’esame del candidato non verranno più proposte ad altri candidati. Si procederà a partire dal quesito, per proseguire con lo studio di caso e la prova di lingua e infine quella di informatica.
Lo svolgimento dell’esame deve essere pubblico e non possono svolgersi più esami in contemporanea, dovendo la sottocommissione comunque operare collegialmente. La durata dell’esame è di 50 minuti complessivi con la possibilità di una oscillazione del 10% in eccesso o in difetto. I risultati delle prove saranno resi noti al termine di ogni sessione d’esame e la votazione sarà espressa in numeri interi. Le operazioni d’esame saranno annotate secondo un verbale il cui modello è stato fornito alle sottocommissioni.
Le organizzazioni sindacali hanno chiesto che venga pubblicata anche la scheda con i criteri di valutazione ai quali le sottocommissioni dovranno attenersi. La graduatoria generale provvisoria dovrebbe essere disponibile entro metà luglio e il Miur confida che per fine luglio dovrebbe essere pubblicata la graduatoria definitiva.
Gli incarichi dirigenziali saranno attribuiti agli idonei ancora presenti nella graduatoria regionale del concorso 2011 della Campania e successivamente a coloro che saranno collocati in posizione utile nella graduatoria, in esito alle operazioni concorsuali. La quantificazione dei posti avverrà, una volta conosciuto il numero dei pensionamenti, sulla base dell’autorizzazione del Mef.