CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Valutazione dei dirigenti scolastici, buona intesa raggiunta nell'incontro al MIUR

30.03.2018 22:12

Come anticipato nei giorni scorsi, è ripreso oggi il confronto tra Miur e organizzazioni sindacali sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Dopo gli accordi raggiunti lo scorso anno scolastico per la sterilizzazione degli effetti della valutazione sulla retribuzione di risultato, con la relativa modifica della Direttiva 36/2016, e dopo aver ottenuto un ulteriore finanziamento del Fun di 10 milioni di euro, occorreva raggiungere alcune determinazioni anche relativamente all’anno scolastico corrente. Le intervenute modifiche del Dlgs. 165/2001 in tema di contrattazione e di retribuzione di risultato e l’imminenza dell’apertura del tavolo contrattuale costituivano infatti un nuovo scenario del quale occorreva tener conto.
La Cisl Scuola, insieme ad altre organizzazioni sindacali, aveva chiesto che la ricordata sterilizzazione fosse estesa anche all’anno scolastico corrente e che nello stesso tempo si provvedesse a una decisa semplificazione del processo di valutazione, del quale avevamo evidenziato numerose criticità.
Nell’incontro odierno l’Amministrazione ha ascoltato le ragioni dei sindacati e dopo un confronto serrato, ha convenuto con le osservazioni che erano state avanzate. Cisl Scuola, Flcgil, Uil scuola Rua e Snals Confsal, hanno raggiunto in tal modo con il Miur un soddisfacente accordo che prevede anche per quest’anno scolastico l’assenza di effetti della valutazione sulla retribuzione di risultato.
Si tratta a nostro parere di un ottimo risultato, inseguito con perseveranza. Dobbiamo registrare che altre organizzazioni sindacali presenti al tavolo hanno manifestato dissenso rispetto alla possibilità di un accordo nella direzione da noi auspicata. Riteniamo invece che l’accordo fosse imprescindibile e che costituisse una importante opportunità poiché le numerose criticità evidenziate nel processo di valutazione non consentivano assolutamente che ci fossero ripercussioni sulla retribuzione di risultato, come sarebbe potuto avvenire in assenza di un accordo tra le parti.
È questa la strada giusta per riportare nell’alveo contrattuale la determinazione degli effetti della valutazione sulla retribuzione di risultato, come peraltro da noi sempre sostenuto.