Stampa

Al congresso di Abruzzo e Molise dibattito e concreta solidarietà. Contributo per gli alunni delle zone terremotate

10.04.2017 19:06

Tempo di discussione e dibattito, ma anche di concreta solidarietà. Questo il senso che ha voluto dare Maddalena Gissi al suo intervento di oggi al congresso delle regioni Abruzzo e Molise, svoltosi a Pescara. È il primo dei congressi regionali che si tengono nelle aree colpite dagli eventi sismici dei mesi scorsi in Centro Italia e per l’occasione la segretaria generale della Cisl Scuola ha consegnato alla dirigenza locale un contributo di 10.000 euro, quota parte di una raccolta di fondi cui hanno partecipato le strutture periferiche dell’organizzazione. Lo stesso verrà fatto in occasione dei congressi che si svolgeranno prossimamente nelle Marche, in Umbria e nel Lazio. La somma sarà destinata, con modalità decise da ciascuna delle segreterie interessate, per interventi a sostegno del diritto allo studio degli alunni, individuando a tal fine le situazioni ritenute maggiormente meritevoli di attenzione.
La difficile situazione in cui versano le scuole delle aree terremotate ha trovato ampio spazio nel dibattito congressuale, dove tanti interventi hanno portato diretta testimonianza dei disagi che tuttora si registrano, a partire dalla precarietà di molte strutture e dalle difficoltà legate alle tante interruzioni subite in questi mesi dalle attività didattiche. Molte le scuole del tutto inagibili, peraltro in qualche caso le strutture danneggiate appartengono a comuni non rientranti nel cosiddetto “cratere sismico”, quindi esclusi dall’accesso a contributi straordinari. Una stato di cose molto pesante, che costringe spesso a organizzare su più turni l’attività didattica.
Lo straordinario impegno cui il personale docente, ata e dirigente è sottoposto da mesi – ha detto Maddalena Gissi nel suo intervento - si sta rivelando davvero, in questa situazione, come risorsa decisiva per garantire tra mille difficoltà il servizio scolastico”.