Stampa

Anno di prova e formazione, sollecitata al Miur la nota di chiarimento

16.02.2016 18:47

In occasione dell'incontro tenutosi lo scorso 29 dicembre tra l'Amministrazione e le organizzazioni sindacali della scuola era stata espressa l'esigenza di chiarimenti in ordine alle procedure di espletamento degli obblighi dei docenti neo-assunti per ciò che riguarda il superamento dell'anno di prova e formazione.

Proprio in quell'occasione era stata concordata la pubblicazione da parte del MIUR di una nota che andasse a completare le disposizioni previste dal DM 850/2015 soprattutto in riferimento alle diverse situazioni di ambiguità interpretativa che si sono presentate con il completamento delle assunzioni previste dalla “fase C”.

Alla data odierna la nota è ancora in attesa di emanazione, mentre sul territorio nazionale si registrano gestioni contrastanti da parte degli uffici scolastici regionali, con forti disparità di trattamento di docenti aventi pari diritti ed uguali doveri.

Con l'odierna nota unitaria Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola e Snals Confsal, al fine di evitare ulteriori gravi disagi al personale docente neo-assunto e ai dirigenti scolastici incaricati della gestione di tutte le procedure connesse al primo anno di ruolo

  • confermano la piena disponibilità al confronto;
  • sollecitano l'immediata emanazione dell'annunciata prevista nota di chiarimento a corredo delle disposizioni già dettate dal D.M 850/2015.

Qualora dovessero presentarsi ulteriori elementi di diniego alla richiesta espressa, tali da alimentare e consolidare difformi livelli interpretativi delle disposizioni in oggetto, Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola e Snals Confsal valuteranno le condizioni per adire le vie legali nella tutela degli interessi del personale coinvolto.