CISL - FEDERAZIONE SCUOLA UNIVERSITÀ RICERCA
Stampa

Assunzioni 2013/14 personale ATA, incontro al MIUR

12.03.2014 17:34

Si è svolto oggi, 12 marzo, l’incontro al MIUR riguardante le immissioni in ruolo del personale ATA per l’a.s. 2013/14. L’Amministrazione, anche a seguito delle richiesta formulate durante la precedente riunione di informativa, svoltasi sullo stesso tema mercoledì 5 marzo, ha posto all’attenzione delle organizzazioni sindacali un'ipotesi di ripartizione tra i vari profili del personale ATA, su scala nazionale, delle 3.730 assunzioni previste.
Il riequilibrio operato sul numero dei posti di assistente amministrativo e tecnico in ragione delle mancate assunzioni su tali profili nell’a.s. 2012/13 determina un recupero, per le nomine relative all'a.s. 2013/14, pari a 1.162 posti di assistente amministrativo e a 431 di assistente tecnico. La differenza tra le 3.730 assunzioni e il recupero di cui sopra, pari a 1.593 posti, viene ulteriormente ripartita tra tutti i profili, tenuto conto anche del numero di personale docente inidoneo che ha chiesto di transitare nei ruoli ATA. Viene così a determinarsi l’entità delle nomine complessivamente disponibili per ogni singolo profilo nell’a.s. 2013/14.
Tuttavia quella appena descritta non è da ritenersi ancora la ripartizione definitiva del contingente nazionale, in quanto l’Amministrazione si è riservata un ulteriore breve approfondimento su alcune questioni, peraltro già sollevate dalle Organizzazioni sindacali nell’incontro precedente, quali la mobilità professionale e le assunzioni sul profilo di Dsga.
Per questa ragione i numeri che compaiono su alcuni siti di settore rappresentano mere anticipazioni, destinate a non trovare rispondenza con la ripartizione definitiva, che il Miur deve ancora definire e di cui darà comunicazione solo in seguito, integrando il dato nazionale con quello di ogni singola realtà territoriale. L’Amministrazione si è riservata anche di dare indicazioni circa la decorrenza delle nomine (giuridica ed economica), l’effettuazione del periodo di prova e la possibilità di surroghe in caso di assunzione di personale già di ruolo in altro profilo.